closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Robert Finley, il grande sogno di una voce blues

Musica. Il concerto del sessantatreenne artista americano all'interno del festival Dal Mississippi al Po

Robert Finley

Robert Finley

«Bisogna rimanere umili e concentrati, persistendo sull’obiettivo. Dalle nostre parti diciamo che è importante ’tenere un piede nella porta’: perché se vuoi arrivare nelle altre stanze della casa, puoi farlo. Ma devi aspettare il tuo momento. Voglio dire che è importante iniziare da qualche parte, rimanendo fedeli al proprio sogno. Senza fermarsi mai, altrimenti si perderà l’occasione. Questa è la mia filosofia». La voce bassa e profonda di Robert Finley è accompagnata da un gesticolare ridotto, ma determinato, che ben supporta le parole dell’artista afroamericano. Al quale la sorte ha portato in dono la giusta opportunità: il musicista di Bernice,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.