closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Rischiamo una governance da oligarchi

Recovery. Già la lotta alla pandemia ha mostrato debolezze, soprattutto evidenti nella cacofonia politica e istituzionale dell’ultima fase. Lo stesso potrebbe accadere per la governance dei fondi europei

Miti e realtà del diritto costituzionale. Così potremmo definire la lezione che viene dalla lettura di alcune norme della legge di bilancio presentata alla Camera in data 18 novembre (AC 2790), e da altre notizie di contorno. L’art. 150 del ddl prevede la istituzione di un fondo di perequazione strutturale di 4.6 miliardi dal 2022 al 2033. È in principio cosa buona e giusta, salvo che per la modestia delle cifre, poca cosa a fronte delle decine di miliardi che sarebbero necessari. Ma - si potrebbe dire - è un segnale. Già il 20 ottobre un comunicato (n. 3932) della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi