closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Ripellino, acrobazie barocche contro il diabete

Poesia italiana del Novecento. Per la prima volta una raccolta poetica del grande slavista viene accompagnata da un commento che ne svisceri temi e modelli: Lo splendido violino verde, a cura di Umberto Brunetti, da Artemide

Hanna Schygulla interpreta Karin Thimm nel film di Rainer Werner Fassbinder Le lacrime amare di Petra von Kant, Germania Ovest, 1972

Hanna Schygulla interpreta Karin Thimm nel film di Rainer Werner Fassbinder Le lacrime amare di Petra von Kant, Germania Ovest, 1972

Angelo Maria Ripellino è stato un fortunato slavista e uno sfortunato poeta. Un destino beffardo, il suo, visto che l’etichetta di «slavista» Ripellino l’ha sempre portata con fastidio. D’altro canto, mentre i capolavori del critico (Il trucco e l’anima, Praga magica) e del traduttore (di Blok, Pasternàk e Majakovskij tra gli altri) continuano ad attirare l’attenzione dei lettori, la sua poesia non è mai davvero entrata nel canone del Novecento: Ripellino non è un poeta facilmente antologizzato né ha goduto, fino ad oggi, di edizioni annotate. È grazie alla riproposta del suo penultimo libro di poesie, in origine pubblicato da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi