closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La democrazia dei corpi intermedi

Sarà il 17mo dei suoi 61 anni di vita il congresso che l’Arci inaugura oggi a Pescara. La prima assise nazionale di una delle grandi organizzazioni politico-sociali del paese a riunirsi nella nuova era, quella del governo Cinque Stelle-Lega, che avrebbe dovuto essere «del cambiamento» e invece, a scorrere i nomi dei ministri, si scoprono i volti del peggiore dei nostri passati, quello berlusconiano. In più: morte a migranti e rom, e probabilmente libertà di armarsi a chiunque, come negli Stati uniti. È con questa amara realtà che l’Arci dovrà fare i conti, una situazione che la coinvolge forse più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.