closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Riforme, due passi in discesa

Senato. Primi voti favorevoli al governo, ma rinviati tutti i punti delicati. Si aspetta Berlusconi. Sulle competenze e sulle nomine presidenziali Forza Italia segue Renzi. Rendendo così inutile la doppia espulsione dalla commissione

La ministra per le riforme Maria Elena Boschi

La ministra per le riforme Maria Elena Boschi

Alla prima prova, regge la maggioranza «del Nazareno», cioè quella che sulle riforme costituzionali vede insieme Pd e Forza Italia dopo l’accordo firmato tra Renzi e Berlusconi nella sede del Pd ormai quasi sei mesi fa. In commissione affari costituzionali del senato l’asse democratico-forzista segna anche due gol, di quelli facili. Passano due emendamenti dei relatori assai poco discutibili: correggono errori nell’impostazione del governo. I punti critici vengono aggirati, rinviati. In attesa di giovedì quando Berlusconi dovrebbe dare il suo via libera definitivo. Intanto Forza Italia vota a favore, così rendendo inutile l’espulsione voluta da Renzi dei due senatori critici,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi