closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Riforma Lega-M5S: sparisce l’assegno di mantenimento e pene più severe per le “false vittime” di violenza

Senato. Al vaglio della Commissione Giustizia il disegno di legge basato sul principio di bigenitorialità perfetta. Il pericolo per donne e minori denunciato da più voci.

Inizia l’iter in Senato il disegno di legge promosso dal senatore leghista Simone Pillon che prevede l'abolizione dell'assegno di mantenimento e l'introduzione della mediazione familiare obbligatoria. Il ddl firmato da un gruppo di senatori di Lega e Movimento 5 Stelle si dice ispirato al principio della bigenitorialità perfetta. Verrebbero a sparire i cosidetti "alimenti" pagati al genitore affidatario dei minori, spesso la madre, sostituiti dal mantenimento diretto, equamente ripartito tra gli ex-coniugi per capitoli di spesa. LA PROPOSTA ha suscitato apprensione da più lati, soprattutto considerando i dati italiani che vedono la disoccupazione femminile alla soglia del 50%. L’affidamento dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.