closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Riforma e conflitto di interessi. Nessun dorma

Agcom. Presentata la relazione annuale dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che si muove con malcelato imbarazzo tra il mondo analogico e quello digitale

Lo spostamento del baricentro verso la Rete sta nei dati sulla pubblicità. Il capitalismo cognitivo ha antenne vigili. Circa 2,2 miliardi di euro vanno all’online, a fronte di 1,9 mld per i vecchi media, con una tenuta relativa di radio e televisione (un po’ meno). Mentre l’editoria scende ancora del 5,2%, avendo perso nell’ultimo decennio circa la metà del peso economico. Tra l’altro, i servizi postali crescono del 6%, e resta da definire la posizione di Amazon su cui l’Agcom ha avviato il chiarimento. La relazione annuale presentata ieri alla presenza del capo dello stato Sergio Mattarella e dei presidenti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.