closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Ricordare la storia del Pci non è memorialismo. Sinistra dove sei?

1921-2021. L’errore, dopo l’89, non fu di cambiare nome, ma di perdere di vista l’obiettivo, mutuando quello liberale. La crescita non avrebbe garantito nulla, se non a vantaggio del capitale

Franco Angeli,

Franco Angeli, "Stelle", 1988

Certo, il comunismo è «roba d’altri tempi», ormai, ed è inutile «rivangare il passato» (solo un socialista come Claudio Martelli può continuare a dire che avevano ragione quelli di allora). Eppure, se c’è una ragione per cui nacque il PCdI fu proprio perché i socialisti di allora non seppero farsi carico non tanto della «spinta rivoluzionaria» del movimento operaio, quanto delle rivendicazioni di operai, braccianti e contadini, delle masse proletarie insomma. Marx, molto hegelianamente, era rimasto affascinato dalla prima comune di Parigi, quella del 1793, e dalla rivoluzione francese, perché vi aveva visto la presa del potere di una classe...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi