closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Riappropriarsi di Livio per l’azione politica

Classici italiani. Un saggio di Andrea Salvo Rossi per la Salerno Editrice verifica, testi alla mano, in che modo l’autore del Principe leggeva lo storico latino

Raffaello, Ritratto di Tommaso Fedra Inghirami, part., 1511-1512, Firenze, Galleria palatina

Raffaello, Ritratto di Tommaso Fedra Inghirami, part., 1511-1512, Firenze, Galleria palatina

Tutto chiaro. Chiaro che in Machiavelli è centrale il ricorso alla storia antica, giacché «le istorie sono la maestra delle azioni nostre» e «il mondo fu sempre ad un modo abitato da uomini che hanno avute sempre le medesime passioni». Chiaro pure che tale approccio rischiava d’essere astratto se, come osservava Guicciardini, «si ingannono coloro che a ogni parola allegano e’ romani»: servirebbe «avere una città condizionata come era loro, e poi governarsi secondo quello esemplo». Chiaro infine che l’auctor fondamentale per Machiavelli era Livio: compilato quindi con il diligente regesto dei passi liviani discussi o commentati, soprattutto nei Discorsi,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi