closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Renzi spacca il sindacato

Sconcertati. La Cgil, per la prima volta dopo anni, minaccia lo sciopero prima della Fiom. Camusso chiede che il taglio del cuneo vada alle buste paga. Ma Landini aspetta: «Non è ancora il momento delle proteste». Il governo rottama la concertazione

Matteo Renzi e Maurizio Landini

Matteo Renzi e Maurizio Landini

Domani, stando agli annunci del premier Matteo Renzi, dovrebbe essere l’ora X: si dovrebbe sapere non solo se il «taglio corposo» di 10 miliardi sarà destinato all’Irpef (leggi buste paga dei lavoratori) o all’Irap (vedi alla voce imprese), ma soprattutto il presidente del consiglio dovrebbe fare chiarezza sulla fonte di finanziamento di questo intervento. Renzi comunque sta scompaginando il panorama politico-sindacale: il suo «se ne faranno una ragione» (rivolto a sindacati e imprese per l’addio alla concertazione) ha provocato l’ira di Susanna Camusso, che per la prima volta da anni anticipa la Fiom e la sua sinistra interna nel minacciare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.