closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Renzi frana sullo Stretto

Messina. Il premier rilancia l’assurdità del Ponte mentre la città è allo stremo, dopo due settimane senza servizio idrico. Le montagne continuano a franare mandando di nuovo in tilt le condutture. E il governo solo ieri ha dichiarato lo stato d’emergenza. Arriva l’esercito

Rifornimento d'acqua a Messina

Rifornimento d'acqua a Messina

Prima il bastone, poi la carota. Prima l'esclusione di Messina, tredicesima città d'Italia, dai sette miliardi di fondi previsti dal Masterplan per il sud per le città metropolitane, poi l'annuncio a sensazione: «Il ponte si farà». In due giorni, il governo guidato da Matteo Renzi fa e disfa, esclude e premia, illude ed esalta. E nel frattempo, dichiara lo stato d'emergenza (a due settimane esatte dall'inizio dell'emergenza) per Messina, che da sabato 24 ottobre vive una crisi idrica ai limiti dell'incredibile. Che, ancora oggi, non si sa come risolvere. Due settimane fa, una frana a Calatabiano, paesotto in provinciadi Catania...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi