closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Reinventare la parola col gioco del teatro

Intervista . Una conversazione con l’autore e regista francese Vincent Thomasset, in scena alla Biennale Teatro con tre spettacoli

Al telefono la voce corre velicissima: «Riesce a seguirmi?» ripete spesso prima di ripartire a mitraglietta con le parole, fermarsi appena un secondo, dire qualcosa al figlio, ricominciare col racconto del suo lavoro. Ma la parola, meglio se «differita», è la materia che nutre la ricerca di Vincent Thomasset, oggi uno degli autori e registi di teatro nelle nuove generazioni più amati in Francia. Quarantenne, in scena con Pascal Ramberttra il 2002 e il 2007, formazione coreografica da Mathilde Monnier, arriva per la prima volta in Italia, alla Biennale Teatro di Venezia diretta da Antonio Latella - che si inaugura...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.