closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Referendum sull’aborto, l’Irlanda prova a cambiare

Ottavo emendamento. In marcia con le attiviste per il diritto di scelta. Venerdì si vota, una campagna aggressiva potrebbe non bastare agli anti-abortisti, i sondaggi danno in testa la vittoria del Sì all'abrogazione

Dublino, manifestazione per abrogare l’VIII emendamento

Dublino, manifestazione per abrogare l’VIII emendamento

È una domenica grigia mentre il corteo a favore del diritto all’aborto si dirige verso l’aeroporto di Dublino. La destinazione non è casuale: migliaia di donne ogni anno devono partire per ottenere legalmente un’interruzione di gravidanza, vietata sul suolo irlandese. Sono state 3.265 nel solo 2016, una media di nove al giorno. Quelle che non possono permettersi di andare all’estero, per difficoltà economiche o perché prive di visto, sono invece costrette a comprare illegalmente la pillola abortiva su internet, rischiando fino a 14 anni di carcere. In pochi giorni le cose potrebbero però cambiare: domani gli elettori irlandesi saranno infatti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi