closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Quei muretti a secco che aiutano il clima

Liguria. Grazie al progetto «Stonewallforlife», gli antichissimi manufatti che definiscono e delimitano i terrazzamenti sono patrimonio dell’Unesco

I muri a secco sono stati tra i primi esempi di manifattura umana, e sono presenti in tantissime zone del pianeta. Dal 2018 sono stati riconosciuti come «Patrimonio dell’Umanità» dall’Unesco in quanto rappresentano «una relazione armoniosa fra l’uomo e la natura». COSTRUITI AMMASSANDO le pietre una sull’altra, senza alcun legante, tranne, a volte, terra a secco, sono da sempre serviti per scopi abitativi o collegati all’agricoltura, per delimitare terreni o sorreggere terrazzamenti nelle zone particolarmente scoscese. GLI ANTICHI MURI A SECCO possono aiutarci nella sfida epocale, quella di aumentare la resilienza del territorio ai cambiamenti climatici. È questa la base...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.