closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Quant’è verde la Svizzera. Uno tsunami anti-sovranista

Elezioni. Exploit senza precedenti degli ecologisti di sinistra. Cala la destra anti-Ue e anti-immigrati

C’è una Greta anche in Svizzera. Di cognome fa Gysin, e al voto di domenica per il Consiglio nazionale, dov’era candidata per i Verdi e la Sinistra alternativa, ha strappato il seggio ticinese alla Lega, corrispettivo oltrefrontiera del partito di Matteo Salvini. È lei il simbolo, a sud del Gottardo, dell’ascesa degli ecologisti, che hanno fatto registrare in tutto il Paese il 13 per cento alle elezioni per i due rami del Parlamento, conquistando quasi sei punti percentuali in più rispetto alle elezioni del 2015 ed eleggendo 26 deputati, 16 in più di quanti ne aveva fino a ieri. Greta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.