closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Progetto Ligabue, quelle violente esplosioni di colore

A teatro. Un palcoscenico espanso tra Gualtieri, Guastalla e Reggio Emilia per il nuovo progetto di Mario Pirrotta sul visionario artista svizzero-italiano

una scena dello spettacolo di Mario Pirrotta

una scena dello spettacolo di Mario Pirrotta

C’è un luogo nella Bassa padana che lo scorso fine settimana ha catalizzato l’attenzione della comunità teatrale più curiosa, quel triangolo tra Gualtieri, Guastalla e Reggio Emilia, trasformato in palcoscenico espanso da Mario Perrotta, a conclusione del suo triennale «Progetto Ligabue». Autore-attore-regista apprezzato per le sue tirate monologanti sulle emigrazioni in Belgio degli anni 50 - memorabile il suo Italiani cìngali!, sui minatori lacerati dalla tragedia di Marcinelle - Perrotta ha questa volta lavorato su una dimensione corale, riservandosi per sé la scena finale e andando a coinvolgere 180 artisti di diverse discipline, per tre spettacoli che sono stati il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.