closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Primo sciopero dei driver Amazon

Nuove Mobilitazioni. A Vigonza (Padova) guidati dalla Filt Cgil si fermano in 100 per chiedere turni meno massacranti. Intanto i sindacati chiedono un accordo quadro nazionale

Un driver Amazon

Un driver Amazon

Al magazzino di Vigonza (Padova) primo sciopero dei driver Amazon in Italia. La Filt Cgil è riuscita a fermare ben 100 driver - gli autisti che portano i pacchi a casa mirabilmente descritti in «Sorry we missed you» di Ken Loach - su 400 in una protesta contro «eccessivi carichi di lavoro, turni estenuanti decisi da un algoritmo, pausa pranzo di mezzora non pagata». I driver non sono dipendenti diretti di Amazon: ma di 5 società esterne che lavorano in monoappalto per il gigante dell’e-commerce e aderiscono a Assoespressi. E proprio con Assoespressi a livello nazionale ieri hanno iniziato a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.