closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Prima i diritti, poi l’economia

La Corte costituzionale

La Corte costituzionale

La decisione della Corte sul blocco dei meccanismi di adeguamento degli stipendi era prevedibile. Il timore dell’aggravamento dei conti (il “buco” di 35 miliardi) era in gran parte pretestuoso e sollevato solo per fare improprie pressione sulla Corte. La Consulta, infatti, si era già pronunciata in passato sui limiti di legittimità costituzionale dei blocchi degli stipendi, ritenendo che essi fossero ammissibili solo a due condizioni: a) la sussistenza di esigenze di contenimento delle spese pubbliche; b) purché temporalmente limitate. Ora, se inizialmente la sospensione degli adeguamenti era stata limitata al pur lungo termine triennale, le due proroghe ulteriori (l’ultima nella...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.