closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Praga, alchemica capitale «segreta d’Europa»

Scaffale. Il libro di Cardini, pubblicato dal Mulino, potrebbe essere un completamento o un rinnovamento del classico di Angelo Maria Ripellino, "Praga magica", uscito per Einaudi nel 1973. Lì era soprattutto la fascinazione letteraria a prevalere, mentre qui il discorso storico è centrale, sebbene vi siano ampi spazi per i luoghi, le passeggiate, la musica, gli aspetti culturali della città

Il ponte Carlo di Praga

Il ponte Carlo di Praga

Praga. Capitale segreta d’Europa di Franco Cardini (il Mulino, pp. 348, euro 16) ha una copertina bellissima. E come potrebbe essere altrimenti? È una fra le città più fotogeniche che ci siano, con le mura e i pinnacoli del Hrad che spuntano quando meno te lo aspetti, con angolature differenti. Poi di notte l’illuminazione gioca la sua parte e soprattutto in Mala Strana, quando c’è poca gente, sembra di potersi immergere in un passato fatto di acciottolato ed edifici barocchi. MA È ANCHE IMPORTANTE storicamente, Praga? Il libro di Cardini potrebbe essere un completamento o un rinnovamento del classico di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi