closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Pomodori antimafia a Foggia

Storie. La cooperativa «Pietra di scarto» prende il nome di un’operazione contro i clan di Cerignola. In un bene confiscato oggi lavorano migranti africani che producono passate e pelati. Senza passare per i caporali

Sono trascorsi 25 anni dalla primavera del 1996, quando un gruppo di studenti assieme all’allora parroco don Giacomo Cirulli, diede vita a Cerignola (Foggia) alla cooperativa “Pietra di Scarto”. Di commercio equo-solidale allora se ne parlava poco. La bottega “Stesso Sole” con annessa falegnameria, nel centro storico del comune della valle dell’Ofanto, rappresentò una gran bella novità, divenuta pioniera di ideali di giustizia sociale, di cultura dell’antimafia e di lotta al caporalato. Il tutto in un contesto, come quello della Capitanata, tragicamente segnato dalla presenza di una rete criminale organizzata sin da metà anni ’80. Basti pensare che il Comune...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.