closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Polonia, il grande purgatore alza il tiro

Manovre. L'attuale ministro della Difesa polacco Antoni Macierewicz, falco del PiS, fabbrica accuse false, complotti e tesi russofobiche dal 1992. E ora affila le armi in vista del summit Natio di luglio

Antoni Macierevicz

Antoni Macierevicz

Strano il destino del ministro della Difesa polacco Antoni Macierewicz.  È lui adesso a sedere alla destra del padre-padrone del paese, quel Jaroslaw Kaczynski che aveva fondato insieme al fratello Lech il partito conservatore di destra Diritto e giustizia (PiS) quindici anni fa. Dal 1992 Macierewicz è diventato il grande purgatore della società polacca, di quelle anime citate nei documenti della vecchia polizia segreta Służba Bezpieczeństwa. I suoi funzionari erano capaci di montare in pochi minuti un fascicolo utilizzando le cartelle diversi cittadini: era un metodo conosciuto in Polonia come "przesuwanie zrodel", utilizzato per fabbricare accuse false contro gli oppositori...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.