closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Pioltello, a processo i vertici Rfi: zero manutenzione

Strage Ferroviaria. A tre anni e mezzo dal deragliamento ieri la decisione del Gup di Milano. I morti furono tre e oltre cento feriti. Dieci rinviati a giudizio per omicidio colposo

Il treno deragliato a Pioltello nel 2018

Il treno deragliato a Pioltello nel 2018

Tutti a processo. Gli imputati per il disastro ferroviario di Pioltello, nel milanese: il 25 gennaio 2018 nel deragliamento del treno regionale Cremona-Milano Porta Garibaldi morirono tre persone e diverse decine rimasero ferite. A deciderlo è stato oggi il gup milanese Anna Magelli al termine di un’udienza preliminare che ha visto anche un approfondimento istruttorio e il rigetto di una richiesta di patteggiamento a tre anni e mezzo di carcere, pena ritenuta non congrua. Così sono stati rinviati a giudizio, oltre a Rete ferroviaria italiana (Rfi) in base alla legge sulla responsabilità amministrativa degli enti, l’ex ad Maurizio Gentile, ora...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.