closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Pfizer, l’azienda dice no ai richiami fino a 42 giorni

Vaccini. Su consiglio del Cts, le regioni allungano i tempi per le seconde dosi fino a sei settimane. Contraria la casa farmaceutica: i dati non garantiscono l’efficacia. Le autorità scientifiche sono divise

Roma, il centro vaccini all’interno dei vecchi studi cinematografici di Cinecittà

Roma, il centro vaccini all’interno dei vecchi studi cinematografici di Cinecittà

Chi oggi si prenota per una vaccinazione con il vaccino Pfizer può aspettare anche cinque o sei settimane prima di ricevere il richiamo. È quanto prevede la strategia vaccinale adottata nelle principali regioni italiane, come Lombardia, Lazio, Campania, Emilia-Romagna, Toscana e Liguria (ma non per i fragili) su suggerimento del Comitato tecnico scientifico. Ma ora l’azienda statunitense mette tutti in guardia: «Il vaccino è stato studiato per una seconda somministrazione a 21 giorni», ha spiegato a Sky Tg24 la direttrice medica di Pfizer Italia Valeria Marino. «Dati su di un più lungo range di somministrazione al momento non ne abbiamo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.