closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Per l’Ema il beneficio del vaccino AstraZeneca è positivo anche sotto i 60 anni

Il parere. Secondo l’Agenzia Europea del Farmaco i limiti fissati dai principali governi europei, che hanno riservato le vaccinazioni ai più anziani, sono eccessivamente prudenziali

Vaccinazioni alla St John’s Church di  Ealing, a Londra

Vaccinazioni alla St John’s Church di Ealing, a Londra

L’Agenzia Europea del Farmaco (Ema) è tornata ad occuparsi della sicurezza del vaccino AstraZeneca, dopo le circa 300 segnalazioni di trombosi anomale registrate in tutto il continente. Gli esperti dell’Ema hanno confrontato il diverso rischio di trombosi con il beneficio derivante dalla vaccinazione in termini di ricoveri, ingressi in terapia intensiva e di decesso, in diversi scenari di contagio. Secondo i calcoli dell’Ema, i limiti alle vaccinazioni AstraZeneca fissati dai principali governi europei, che hanno riservato le vaccinazioni ai più anziani, sono eccessivamente prudenziali, perché il beneficio del vaccino risulta superiore al rischio anche nelle fasce più giovani. Con l’attuale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi