closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Per il centrodestra scelta lacerante. Meloni: «Asteniamoci tutti insieme»

Carfagna e Brunetta per il sì, Berlusconi aspetta. Il Cavaliere sa bene che anche solo all’interno del suo partito una decisione tutti insieme potrebbe rivelarsi impraticabile. C’è una fronda cresciuta nei mesi e che aspettava solo il momento giusto per uscire allo scoperto

Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani

Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani

«Siamo persone educate, Draghi ha lavorato bene in Europa. Andiamo a sentire cosa ci dice»: al termine di un vertice che non risolve niente Salvini rinvia così una scelta che sarà comunque lacerante per il centrodestra. Le linee sono contrapposte, è lui stesso ad ammetterlo: «Ci sono posizioni diverse e tocca a me trovare la sintesi». Sempre che una sintesi sia possibile. Sin qui la partita si è giocata tutta nella metà campo della ex maggioranza: la destra si è goduta lo spettacolo. L’incarico a Draghi ha rovesciato la situazione. La ex maggioranza ha i suoi problemi ma ora quelli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi