closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Per chi «copre» casi di pedofilia il giudizio dell’ex Sant’Uffizio

Vaticano. Resta il nodo della collaborazione con le autorità civili degli Stati, non ancora affrontato e regolato

I vescovi accusati o colpevoli di «abuso di ufficio» sui casi di pedofilia saranno giudicati da un’apposita sezione che verrà creata all’interno della Congregazione per la dottrina delle fede, ovvero l’ex Sant’Uffizio. Lo ha stabilito ieri papa Francesco, al termine della riunione del cosiddetto C9 – il Consiglio dei cardinali che lo sta aiutando nell’elaborazione di un progetto di riforma della Curia e nel governo della Chiesa –, accogliendo una proposta voluta dalla Pontificia commissione per la tutela dei minori (in cui sono presenti anche due laici, Mary Collins e Peter Saunders, che subirono abusi sessuali da alcuni preti), presieduta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.