closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Pasticcio siciliano tra decessi e contagi Si dimette l’assessore

Inchiesta sulla Sanità regionale, lascia Razza, in manette tre funzionari: «Oggi i positivi sono 355, togliamone 65»

«Il disegno» è «politico», scrive il gip di Trapani. Cinque mesi di bugie per dare «un’immagine della tenuta e dell’efficienza del servizio sanitario regionale, e della classe politica che amministra, migliore di quella reale e di evitare il passaggio dell’intera Regione o di alcune sue aree in zona arancione o rossa, con tutto quel che ne discende anche in termini di perdita di consenso elettorale». Per questo motivo, secondo la Procura, dirigenti e funzionari della Sanità siciliana, con il consenso dell’assessore Ruggero Razza, avrebbero taroccato i dati trasmessi all’Istituto superiore di sanità, gonfiando il numero dei tamponi processati per diluire...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi