closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Particelle sonore dalle pendici del monte Esja

Note sparse. Il nuovo album di Damon Albarn ispirato al panorama islandese e alla voglia di rinascita

Damon Albarn

Damon Albarn

Da un palco di Manchester, nel luglio scorso, aveva anticipato il suo nuovo lavoro evocando l’immagine di «una band che suona da sola, senza pubblico, su una nave da crociera fantasma». Lontano dalla tragicità del Titanic, Damon Albarn naviga piuttosto verso la sua Thule, guidato dal faro del monte Esja che domina la vista dalla sua finestra islandese. È quel panorama lunare a dettargli l’ecopoesia musicale di The Nearer the Fountain More Pure the Stream Flows, ciclo di canzoni sulla natura come abisso, luce, morte e rinascita. L'idea originaria, prima del covid, era «far suonare il tempo atmosferico» a un’orchestra diretta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.