closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Paolo Nespoli, fotografie dallo spazio

Intervista. L'astronauta racconta un progetto che nasce dalla collaborazione con il visual artist Roland Miller

Paolo Nespoli and Roland Miller, «Starboard View through Port Hatch of Equipment Lock and Crew Lock with Extravehicular Activity Hardware Quest Joint Airlock», Courtesy NASA and ASI

Paolo Nespoli and Roland Miller, «Starboard View through Port Hatch of Equipment Lock and Crew Lock with Extravehicular Activity Hardware Quest Joint Airlock», Courtesy NASA and ASI

Sarà pure l’intensità dell’azzurro del cielo e la fisicità delle nuvole, insieme alla suddivisione regolare degli spazi, ma per libera associazione Cupola with Clouds and Ocean International Space Station rimanda all’Oculo con putti affrescato da Andrea Mantegna nella volta della Camera degli Sposi a Mantova. In ogni caso l’uomo è al centro dell’universo, come nella concezione umanistico-rinascimentale, sia nell’opera antica che nella foto contemporanea, scattata dall’astronauta Paolo Nespoli. «È la vista più straordinaria che si possa avere al di fuori dei confini terrestri», scrive il fotografo Roland Miller (Chicago 1958) nel libro A Visual Exploration of the International Space Station...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi