closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Palermo non può perdere l’istituto Gramsci Siciliano

L'appello. Al Comune chiediamo di individuare le condizioni idonee al proseguimento delle attività ai Cantieri culturali della Zisa, nel rispetto ovviamente della normativa vigente, con la consapevolezza però che i mezzi finanziari di cui dispone un’istituzione culturale sono necessariamente modesti ed andrebbe invece valorizzato il lavoro svolto in termini di servizi pubblici gratuiti offerti alla città

L'interno dell'Istituto Gramsci Siciliano

L'interno dell'Istituto Gramsci Siciliano

In questi giorni, la vicenda del rapporto tra l’istituto Gramsci Siciliano e il Comune di Palermo ha conquistato ancora una volta le pagine dei giornali, facendo balenare la possibilità concreta della chiusura dell’Istituto. Non entriamo nel merito della vicenda, pensando che sia giusto che siano i soggetti coinvolti a spiegare direttamente le loro ragioni alla città, ma quello che ci preme sottolineare è il rischio che Palermo corre di perdere un patrimonio bibliografico, archivistico, e giornalistico di estrema importanza e valore storico. L’Istituto possiede oltre 34.000 volumi, dedicati alla storia del movimento contadino, operaio e sindacale, dell’autonomia siciliana, del movimento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.