closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Orlando parla da leader (migliorista) «Al Pd serve una Bad Godesberg»

Democrack. Il ministro si lancia: pensiamo all'Italia dei prossimi vent'anni. I bersaniani: congresso vero, ma prima la legge elettorale

Il ministro Andrea Orlando

Il ministro Andrea Orlando

Appena l’altro ieri aveva bollato come «fandonie» le voci di stampa - insistenti - che lo davano sulla rampa di lancio per la corsa congressuale. Ieri il ministro Andrea Orlando, ormai indicato come il pupillo di Giorgio Napolitano («sono lusingato», si schermisce lui) mette fine alle ipotesi e in un’intervista all’Huffington post propone «una Bad Godesberg» per il Pd, citando la cittadina vicino Bonn dove nel ’59 fu ratificata la svolta socialdemocratica della tedesca Spd. Una suggestione che rimanda dritto all’ala migliorista del fu Pci. Orlando si dice favorevole a modificare la legge elettorale «senza usarla per allungare il brodo,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi