closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Orgasmo, pesto e Paracetamolo. Oh, Calcutta!

Note sparse. Si intitola «Evergreen» il nuovo album del cantautore di Latina. Pop con tentazioni battistiane, qualche intuizione ma non tutto convince

Come si passa nell’arco di un paio di stagioni dal suonar canzoni sui palchi capitolini del Pigneto a trasformarsi in icona generazionale e scalare le classifiche? Chiedetelo a Calcutta, il cantautore di Latina, che nelle interviste e spesso nei testi dei suoi pezzi sembra farsi allegramente scivolare addosso tutto. Lo odiano gli integralisti dell’underground che lo accusano di aver «sporcato» l’indie con motivetti facili da hit parade, lo adorano i fan che vedono nei suoi atteggiamenti curiosi - appendere i dischi d’oro nel cesso, farsi fotografare in mezzo alle pecore, un simbolo di purezza. Resta il mistero, per chi scrive,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.