closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Ora per Tsipras la difficile sfida del governo

Commento. Paradossalmente, il 27% di Syriza è poco, viste le condizioni drammatiche in Grecia. Ora Tsipras deve riuscire a compiere l'ultimo passo, conquistare la maggioranza e governare la Grecia. Perché se Syriza vuole fermare il disastro sociale deve diventare il grande partito del popolo greco

Tsipras festeggia la vittoria di Syriza della nuova governatrice dell'Attica

Tsipras festeggia la vittoria di Syriza della nuova governatrice dell'Attica

I dirigenti di Syriza hanno giustamente definito il risultato delle elezioni europee «una vittoria storica della sinistra». Per la prima volta nella storia recente della Grecia la sinistra radicale è primo partito. Una grande vittoria elettorale. Ma una mezza vittoria politica. Contrariamente alle aspettative, Syriza non ha aumentato i suoi voti, confermando il 27% ottenuto alle elezioni nazionali del 2012. Il suo primato è dovuto al meritato crollo dei partiti di governo, Nuova Democrazia di Samaras (- 7%) e Pasok di Venizelos (-4%). Dopo quattro anni di durissime sofferenze, miseria, depressione, saccheggi, malversazioni, cinici inganni e repressione poliziesca, è comprensibile...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.