closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Operatrice trasferita: «Non ti vogliamo perché sei nera»

Razzismo. La donna, di origine senegalese, spostata in un’altra struttura dopo le proteste dei pazienti di una casa per anziani di Senigallia

«Ecco un'altra nera». Fatima Sy ha quarant'anni, vive a Senigallia da quindici, e i soldi del suo stipendio da operatrice sociale in una casa di riposo per lo più li invia ai suoi due figli che vivono in Senegal. Una vita non facile, la sua, straniera in terra straniera e non molto benvoluta proprio a causa del colore della sua pelle: non solo nelle strade e nei locali, ma anche sul posto di lavoro. Gli anziani ospiti dell'Opera Pia Mastai Ferretti di via Cavallotti, a Senigallia, le hanno mandato a dire che lì proprio non la volevano: «Non ti vogliamo,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi