closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Operaio licenziato si cosparge di benzina sotto casa del ministro Di Maio

Pomigliano. La cassazione ha confermato la pena per i cinque lavoratori che usarono manichino appeso di Marchionne

La protesta dei lavoratori del reparto confino di Nola

La protesta dei lavoratori del reparto confino di Nola

Mimmo Mignano ieri pomeriggio a Pomigliano d’Arco si è incatenato davanti casa del vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio, si è cosparso la testa di benzina minacciando di darsi fuoco. È stato bloccato dalle forze dell’ordine, che poi lo hanno portato all’ospedale di Nola per controlli agli occhi. Erano passate poche ore dalla sentenza della Cassazione che, ribaltando la decisione della Corte d’Appello di Napoli, ha condannato in via definitiva al licenziamento Mignano e altri quattro lavoratori Fca (Marco Cusano, Antonio Montella, Massimo Napolitano e Roberto Fabbricatore). Nel 2014 avevano inscenato il funerale dell’ad Sergio Marchionne davanti ai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.