closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Omofobia, 170 audizioni per fermare il ddl. È scontro

La decisione del leghista Ostellari. Pd, M5S e LeU:« Subito in aula», ma i renziani frenano

«Certo, andare in aula senza relatore è un rischio, ma l’alternativa è permettere alla Lega di bloccare per sempre il ddl Zan». È sera quando un senatore Pd commenta l’ennesima giornata di scontro sul disegno d legge contro l’omofobia. Nel tentativo di salvare il provvedimento bloccato da mesi in commissione Giustizia dall’ostruzionismo del Carroccio, M5S, Pd, e Leu ragionano sulla possibilità di mettere fine ai lavori della Commissione e dare la parola all’aula. Una decisione presa dopo l’annuncio dato ieri dal leghista Andrea Ostellari, presidente della commissione autoproclamatosi relatore del ddl, di ammettere 170 audizioni su un massimo consentito di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi