closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Oltre il confine, il western apocalittico del futuro

Al cinema. «Logan» di Mangold è uno dei migliori film dedicati a un personaggio Marvel, crudo, violento, arso dal sole

Se il soggetto e la sceneggiatura di Logan si presentano come una variazione sul tema della saga Vecchio Logan scritta da Mark Millar già strutturata come un post-western apocalittico, il regista inietta nella vicenda del salvataggio di bambini mutanti creati artificialmente elementi sia della trilogia milleriana di Mad Max che altri derivati dalla tradizione fumettistica degli X-Men. Rispetto a Wolverine – L’immortale, Logan, ambientato dopo il genocidio dei mutanti, è un film crudo, violento, arso dal sole in grado di centrare con attenzione il tema portante della saga degli X-men, ossia la trasmissione e l’educazione. Ambientato oltre il confine messicano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.