closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Domenica 2 ottobre il referendum sull’accordo di pace tra Colombia e Farc

Colombia. Se al referendum vincerà il sì, inizierà il processo di smobilitazione della guerriglia, sotto l'egida dell'Onu, della Celac e della Unasur

Manifestazione a favore dell'accordo di pace a Bogotà

Manifestazione a favore dell'accordo di pace a Bogotà

Circa 35 milioni di colombiani si recano alle urne domenica 2 ottobre per decidere se accettare o respingere gli accordi di pace tra governo e guerriglia marxista Farc. Assistono al voto oltre 50 rappresentanti degli organismi internazionali di Unasur, Osa, Parlamento europeo. Se le previsioni dei sondaggi si realizzano – oltre il 62% dei cittadini voterebbe a favore – si avvieranno i più importanti passi concreti per portare a soluzione politica il conflitto armato, che dura da 52 anni. Dopo quasi quattro anni di trattative – iniziate in Norvegia e proseguite poi all'Avana – ad agosto le parti hanno annunciato a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi