closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Obama ispira i neoliberisti londinesi. Nasce l’organo di vigilanza sui big tech

Regno Unito. L’intento è quello di evitare monopoli nella raccolta pubblicitaria

Proprio in quel venerdì nero pandemico in cui si veglia il feretro della vendita al dettaglio, il governo britannico vara un pacchetto di misure a tutela del caro estinto. Con l’ingrato compito di arginare l’oceanica tracimazione di Google, Facebook & Co. nella terraferma dell’economia dei consumi è sorta la Digital Markets Unit, nuova costola dell’organismo di controllo denominato Competition and Markets Authority. Ne ha dato ieri annuncio il segretario per il commercio Alok Sharma. Anche se delle aziende interessate non si è ancora fatta menzione l’azione di vigilanza pare per ora circoscritta alla pubblicità e all’uso dei dati, tralasciando Apple...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.