closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nuove aggressioni ai profughi siriani

Libano. Bruciato un campo per rifugiati nella zona di Akkar. Gravi intimidazioni a giovani siriani. La denuncia di "Operazione Colomba"

Il campo profughi dato alle fiamme

Il campo profughi dato alle fiamme

Proseguono le violenze contro i profughi siriani in Libano. Attivisti dell'associazione italiana "Operazione Colomba", presenti nel nord-est del Paese dei Cedri, hanno riferito al manifesto che nella notte tra il 5 e il 6 luglio è stato dato alle fiamme un campo vicino al Mafra Arzla, nell'area di Miniara (Akkar), abitato da 14 famiglie siriane originarie di Homs. L'incendio era stato preceduto da pesanti intimidazioni nei confronti di alcuni giovani del campo da parte di libanesi del posto. L'accaduto, piuttosto frequente, è la conseguenza diretta dell'atteggiamento del governo libanese che non ha ancora ratificato la Convenzione di Ginevra del 1951...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.