closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nuova Zelanda, stretta sulla vendita di armi

Dopo l’attentato di Christchurch. «Il nostro mondo è cambiato per sempre», anche il vicepremier e capo del partito di estrema destra New Zealand First è d’accordo. Tra un paio di settimane potrebbe già arrivare una prima bozza della legge

Pubblicità dello store Gun City in Nuova Zelanda; sotto la premier Jacinda Ardern e il poster incriminato

Pubblicità dello store Gun City in Nuova Zelanda; sotto la premier Jacinda Ardern e il poster incriminato

Dopo il terrore dell’attentato alle moschee di Christchurch, il governo neozelandse decide di fare sul serio sulla riforma del sistema di compravendita di armi nel paese. La premier Jacinda Ardern è molto chiara sul punto e dichiara che il suo gabinetto «è completamente unito» nella decisione di cambiare le cose. Per tre volte (nel 2005, nel 2012 e nel 2017) il parlamento aveva provato a modificare la legge, ma, complice la pressione delle lobby e la larga diffusione della caccia in Nuova Zelanda, tutti i tentativi sono andati a vuoto. Questa volta il clima sembra decisamente diverso, tant’è vero che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.