closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Nove indagati per la strage di Lampedusa

Il naufragio del 3 ottobre. Individuato dalla Dda di Palermo un network di trafficanti. Immigrati minacciati e violentati durante i viaggi

Nelle sue parole non c'è neanche un accenno di pietà. Parlando al telefono del naufragio che il 3 ottobre dell'anno scorso costò la vita a 366 migranti al largo di Lampedusa, uno dei trafficanti che organizzarono quel viaggio scrolla le spalle e si lascia andare al più bieco dei fatalismi. «Inshallah! Così ha voluto Allah», dice al suo interlocutore. Solo un incidente di percorso, un affare finito male nel business dei trafficanti di essere umani. La conversazione è solo una delle circa 3.000 intercettazioni telefoniche compiute dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo che da nove mesi indaga per ricostruire le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.