closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Note e strofe di una colonna sonora politico-generazionale

Ivan Della Mea con Paolo Ciarchi alla chitarra, Paolo Pietrangeli e Giovanna Marini

Ivan Della Mea con Paolo Ciarchi alla chitarra, Paolo Pietrangeli e Giovanna Marini

"Se le strade cambiassero di nome / Un bel giorno: tutt'a un tratto / Ci sarebbe in un caso la ragione / di girare soddisfatto / Se per esempio “Corso Umberto” si chiamasse “Karl Marx Strasse”!”. A dirla tutta la metrica era quel che era e il testo letto così, fa sorridere, ma sentita allora doveva avere un altro effetto. Perché poi, come tutte le canzoni, anche quella andava collocata là dove fu scritta. Questa stava nell’album omonimo uscito nel 1974, l’anno del referendum sul divorzio. A comporla e cantarla era stato Paolo Pietrangeli, figlio d’arte se si può dire...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.