closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Non c’è Covid per i cacciatori abruzzesi

Sei chiuso in casa e non puoi andare nel comune vicino? Non c’è problema: imbraccia un fucile e potrai muoverti liberamente per gran parte della tua provincia». Chissà se ha pensato così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, quando ha sottoscritto l’Ordinanza n. 108 del 12 dicembre 2020 che, in una regione classificata come «arancione», autorizza i cacciatori a svolgere la loro attività non solo nel comune di residenza, ma in tutte le decine di comuni del proprio Ambito Territoriale di Caccia. E il caso dell’Abruzzo non è isolato: atti dal contenuto simile sono stati emanati in Toscana, Calabria...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi