closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Noi di Md continuiamo a cercare l’unità nel pluralismo»

La scissione delle toghe rosse. La segretaria di Md Guglielmi: non abbiamo una vocazione minoritaria. L’individualismo e il protagonismo sono l’incarnazione delle spinte alla chiusura corporativa. Md ha sempre rivendicato la sua presenza in Area come soggetto collettivo

Mariarosaria Guglielmi, segretaria di Magistratura democratica

Mariarosaria Guglielmi, segretaria di Magistratura democratica

Ha aspettato qualche giorno dalle «dimissioni dei venticinque», poi ieri la segretaria generale di Magistratura democratica Mariarosaria Guglielmi, pm a Roma alla guida della corrente dal 2016, ha diffuso la sua risposta. Il dibattito fra la dirigenza di Md e il gruppo dei fuoriusciti riunito attorno agli ex presidenti dell’Anm Eugenio Albamonte e Luca Poniz può dirsi ufficialmente aperto. Dottoressa Guglielmi, per i dimissionari «è compromessa ogni possibilità di continuare a lavorare insieme» a voi di Md. Tutti loro militeranno solo in Area. I magistrati progressisti dovranno quindi scegliere se stare in Area o nel gruppo di cui lei è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi