closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

No Tav e le altre, tutto rimandato a un tavolo futuro

Da un lato il contratto di governo parla di riconsiderare il progetto della Tav in Val di Susa, anche se dopo il vertice tra Di Maio e Salvini viene rimosso il passaggio che parlava chiaramente di «sospensione dei lavori». Nel documento rivisto dai due leader c’è scritto: «Con riguardo alla Linea ad Alta Velocità Torino-Lione, ci impegniamo a ridiscutere integralmente il progetto nell’applicazione dell’accordo tra Italia e Francia». Laura Castelli, deputata torinese e unica donna a partecipare alle riunioni con la Lega, cerca di rassicurare la base: «Appellarsi all’accordo tra Italia e Francia è un modo concreto per evidenziare l’inesistenza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi