closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Nioh, attenti alla donna vampiro

All’inizio Nioh sembra un gioco dalla difficoltà solo discreta, almeno per chi ha trascorso centinaia di ore a vagare per le trappole mortali inventate da Hidetaka Miyazaki con i suoi “souls” e Bloodborne, videogame dai quali il lavoro nippo-demoniaco per Playstation 4 di Team-Ninja e Tecmo-Koei è ispirato. Tuttavia bastano poche ore di gioco e l’acquisizione di un’orgogliosa sicurezza da hardcore-gamer per venire severamente puniti: dalla volta di una caverna ecco discendere una donna-vampiro con un ombrello dal nome di Hino-Emma che fa crollare ogni velleità di campione anche al giocatore più abile. La graziosa fanciulla maledetta può paralizzarci e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.