closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Niente compromessi, Almaviva chiude Roma e licenzia tutti

Call center. Per strada 1.666 dipendenti. Il gruppo delocalizza in Romania

Licenziati. Tutti. Almaviva non ha accettato nessun compromesso con i suoi 1.666 dipendenti di Roma – da questa mattina già ex – e ha chiuso le porte anche all'ultimo tentativo di accordo al ministero dello Sviluppo. Molti di loro lavoravano per la multinazionale dei call center da dieci, quindici o più anni, tanti hanno famiglie a carico e faranno fatica a trovare un nuovo posto: ma ormai il gruppo controllato dalla famiglia Tripi guarda altrove, ha scelto una strada diversa e decisamente più remunerativa, fatta di delocalizzazioni in Romania e drastico abbassamento del costo del lavoro in Italia. L'incontro in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi