closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Niente ci salverà dai mostri della politica e della religione

Cannes 67. Il penultimo film in concorso è «Leviathan» del russo Andrei Petrovitch Zviagintsev

Il penultimo film della competizione, Leviathan di Andreï Petrovitch Zviagintsev è un film molto politico. Non ce lo aspettavamo dal regista noto per aver vinto nel 2003, da esordiente, un leone d’oro a Venezia con un film molto più astratto, Il Ritorno; il suo cinema appartiene a quella tendenza spiritualista che in Russia fa capo a Tarkovski e che, molto schematicamente, si potrebbe riassumere nell’idea che l’arte ha un compito metafisico fondamentale: preparare gli uomini ad accogliere la verità. Il cinema allora deve farsi parabola. Quella che porta il nome del mostro marino Leviathan è ispirata al più filosofico dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi