closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Netanyahu incriminato. «Vogliono farmi cadere»

Israele. Il procuratore generale, Avichai Mandelblit, ha annunciato ieri l'incriminazione del premier per corruzione in tre distinti casi. L'opposizione chiede le dimissioni immediate. Netanyahu è deciso a tenere duro.

Può Benyamin Netanyahu, premier incriminato per corruzione, rimanere alla guida del paese. Non era mai accaduto in 71 anni e questo interrogativo ieri sera attraversava tutto lo Stato di Israele dopo la decisione presa dal procuratore generale, Avichai Mandelblit, di incriminare Benyamin Netanyahu per corruzione in tre distinti casi. Primo ministro da oltre dieci anni al potere, il leader della destra è deciso a non arrendersi. Ma il centro e ciò che resta della sinistra chiedono a gran voce le sue dimissioni, e subito. Il partito Blu Bianco, principale forza di opposizione, ieri ha diffuso un discorso televisivo di 11...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.